Meeting Creative People – Abiti da sposi e personalità: i “curasposi”!

Oggi vi stupirò con un post un po’ fuori dal mio stile giocoso. Da un pezzo volevo scrivere questo post e presentarvi questa coppia di creativi, lo faccio adesso. Un po’ di corsa e dopo che tante cose sono già accadute. Ad ottobre sono stata coinvolta dal Dragone Sposi di Signa – Firenze, per creare alcuni accessori da sposa e metterli in mostra durante l’evento fieristico di Sandicci, uno dei più grandi e variegati della Toscana. Un’esperienza nuova per me, ma accolta molto volentieri. L’anno scorso infatti da Emanuela, la titolare dell’atelier in questione mi erano stati donati molti scampoli di pizzi, passamanerie, campioni di tessuto per abiti e stoffe che provengono dalla sua casa, dove sua mamma li ha raccolti e conservati, da meticolosa sarta fin dagli anni ’50. Che straordinaria eredità! Conosco Emanuela e suo marito Giuliano da ormai quasi 20 anni e sono amici affezionati. Giuliano Giuntini è stilista e ha lavorato come responsabile di produzione in vari settori, e stilista per atelier e grandi firme italiane (Roberto Cavalli per dirne una) per lungo periodo. Inoltre è stato curatore stilistico per artisti emergenti. Conservando il sogno di avere una propria attività, ha avuto recentemente l’opportunità di gestire, con sua moglie Emanuela, come nuovi proprietari, questo atelier storico molto rinomato nella zona di Firenze, Signa e Prato. In poco tempo lo hanno avviato ad un nuovo successo e hanno aggiunto alla tradizionale collezione di abiti da sposa e sposo, anche il settore abiti da cerimonia, per tener fede al loro amore per il colore hanno scelto collezioni dove la scelta cromatica è vastissima. Per quanto riguarda l’abito dei protagonisti hanno avuto l’esclusiva per vendere in Toscana la linea della stilista americana Alita Graham che lavora per Kleinfeld, Manhattan (si forse lo avete già sentito, è diventato popolare anche da noi per i programmi statunitensi importati da noi, come “Abito da sposa cercasi”). Ma non solo, realizzano abiti su disegno o idea degli sposi, e se il gusto corrisponde ad una linea retrò, si possono avvalere di un vasto magazzino nel quale sono stati loro lasciati abiti da sposa degli anni passati, fino a 20-30 anni indietro. Possono chiamarsi vintage?  Sono così fiera e felice per loro! Capite come mi si sia aperto un altro pianeta davanti agli occhi e come l’opportunità di utilizzare i pezzi che mi sono stati dati in dono sia stata per me un’avventura fantastica? Certo sono ben lontana dall’essere un’esperta ma sono rimasta così sbalordita nel vedere come alla fiera ogni pezzo creato corrispondeva esattamente ai dettagli adatti agli abiti esposti, senza aver mai visto gli abiti stessi, prima di allora! Sono fra le persone che maggiormente mi hanno insegnato con l’esempio e la passione per l’arte e la moda. Per questo sono tornata nel loro atelier in veste di reporter ; ) e ho colto alcune particolarità. Fra bianco e colore. Mi ha accolta per primo, come sempre, Noè, il piccolino dell’atelier (visto che i loro figli, che ho visto nascere sono ormai dei giganti! :P).

Volete che vi spieghi il titolo di questo post? Eh già. Che abbiano una capacità rara di personalizzare con tutte queste abilità non vi sarà difficile comprenderlo, ma Emanuela e Giuliano hanno anche qualcos’altro. L’esperienza e la dote di  saper ascoltare e di comprendere cosa renda la persona che hanno di fronte unica e speciale, secondo il suo valore e la sua personalità. Che siano gli sposi o le persone che li circondano. Con attenzione, creatività, e calore.  Quello che ci vorrebbe in ogni caso per gestire un’attività, tanto più per un evento così importante e caricato di aspettative, valori, tensione. Non è facile, ma loro hanno queste caratteristiche per le persone che sono. I “cura- sposi” come li chiamo affettuosamente io.Vi sembra poca cosa?

Torneremo.Voglio farvi vedere anche il settore vintage e altri miei accessori in pelle pietre e ricami! Cosa ne pensate?

Il Dragone sposi, il chiuaua Noè la mascotte

[Noè *-.-* – il cuscino su cui fa finta di dormire è in eccellente seta stampata. Apperò!]

Il Dragone Sposi, Signa FirenzeIl Dragone Abiti da Sposi Firenze

Abiti da sposa e cerimonia bianco e colore

[Scorci e dettagli dell’Atelier. Foto mie, queste e altre su Artoleria Flickr, se volete diffonderle citate sempre la fonte, grazie!]

{lang: 'it'}
Questo articolo è stato pubblicato in Le Altre Storie, Meeting creative people, Moda e stile e ha le etichette , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. Scrivi un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*

  • WELCOME!

    Sono Katia. Scenografa di sogni da parete. Personal stylist di feste e momenti speciali. Oggi, anche grazie alla ricerca nata in questo blog, mi occupo di decorazione. Invento e realizzo backdrop personalizzati per eventi, decor per vetrine e per la casa.

    Artoleria Blog è il luogo delle mie ispirazioni: lo stile e il fai da te, per il riuso e l'arte, il disegno, la poesia, la scrittura, la fotografia, il gioco, le meditazioni più sincere.

    Me

    I am Katia, I love beauty and can not help but create and test the new!
    Artoleria is the place of my inspirations: Style and DIY, reuse and art, drawing, poetry, writing, photography, play, sincere meditation.
  • Seguimi *-.-* Follow me

    • facebook
    • twitter
    • pinterest
    • flickr
    • Blog Lovin
  • LINKwithlove
  • Special Sponsors