Amicizia – Friendship

Buon giorno e buon venerdì! Vi sarete accorti che in questi giorni la mia presenza è fugace. Beh si è la verità. Il mio sguardo è altrove.

Nonostante i molti nuovi impegni per il mio nuovo lavoro creativo (ancora definibile come la strana avventura), nonostante davanti a me ci siano almeno 4 enormi porte aperte e alcune di queste potrebbero svoltare la mia vita… Io mi permetto il lusso di mettere la freccia, accostare l’auto, parcheggiare accuratamente, molto lentamente sfilare la chiave e chiudere lo sportello: per dedicare totalmente alcune ore ad ascoltare le amiche quando chiamano. Sono una strana persona, che ha sempre fatto strane scelte.

Mi presento allora: piacere, strana persona. Sono una che ha avuto davvero tantissimo. Non parlo di denaro, di opportunità materiali, di cose. Parlo di tempo per riflettere, di esempi, di opportunità per scegliere. Sono una donna che è passata attraverso terribili tempeste e sono uscita dalla depressione a 18 anni, l’età in cui non si può ammettere di essere terribilmente alla ricerca di senso, in cui per la gran parte delle persone bisogna saltare a piè pari sul grande carro della spensieratezza.  Io sono stata spensierata si, ma fuori tempo. Ho visto molti miracoli, cioè cose che non si spiegano in modo naturale e razionale, ho visto guarigioni e cambiamenti realizzati da quello che si chiama amore. Ho avuto intorno persone che hanno lasciato tutto, per spendere la loro vita nell’ascolto. Potevo benissimo essere uno strizzacervelli, una suora, una missionaria, per le cose che ho toccato e che hanno motivato la mia esistenza. Invece ho scelto la quotidianità, se vuoi banale, di un lavoro d’ufficio e di un hobby creativo. Ho scelto il fatto concreto che l’amore è un miracolo che sa di pane, tanto potente da nutrire e da cambiare le vite ogni giorno. Per questo nonostante non sia nessuno, mi ricordo bene quali sono le cose che servono. Mi permetto il lusso di chiudere a doppia mandata, sedermi davanti ad un tè ed ascoltare per lunghe ore. E raccogliere la vita.

Non lo dico per un vanto. Costa a tutti mollare le proprie cose. Le cose di cui ci si agghinda l’esistenza o per piacere o per sopravvivere. Ma per onestà. Perchè sappiate che è vero quel che ho detto ad inizio anno. Quando vedete che sembro sfuggente è perchè il mio sguardo si è scostato un po’ più in là.

E’ così difficile bilanciare le proprie priorità. Bhe, scegliamo con libertà quello che conta per noi.

Riconoscete la signorina viaggiante? Viene direttamente dal blog di Tulimami, è stata in molto luoghi e adesso è qui con me, e con molte amiche  ;)

Ma chi sarà il prossimo? Lasciate un messaggio per essere sorteggiate come B&B blog per la prossima tappa!

{lang: 'it'}
Questo articolo è stato pubblicato in Artoleria Handmade. Aggiungi ai preferiti: link permanente. Scrivi un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

9 Commenti

  1. Pubblicato 15 marzo 2013 alle 10:52 | Link Permanente

    Cara Katia,
    su tante cose siamo proprio in sintonia, più passa il tempo e più ti conosco, anche attraverso il tuo blog, più lo devo riconoscere …
    Il cammino che facciamo ci rende le persone che siamo, le strade che decidiamo di prendere, le soste che non ci permettiamo, le svolte che a volte sembrano inevitabili … quello che ci rende uniche però è il modo speciale in cui affrontiamo tutto questo, dando un senso o sorridendo quando non ci interessa cercarlo, un senso… a volte è bello anche così …
    UN abbraccio
    Serena

  2. Pubblicato 15 marzo 2013 alle 11:04 | Link Permanente

    Non ci sono commenti per le parole che hai scritto. Tu sai aprire il tuo cuore. Evidentemente le vicissitudini della vita hanno permesso di far crescere in te la persona meravigliosa che sei.
    “L’amore è un miracolo che sa di pane”…. se vedessi gli occhi lucidi che ho ora sapresti che lo credo anche io, che so anche io che è un fatto concreto. Lo è. Grazie.
    La signorina Matrioska ha trovato tante belle amiche lì da te.. certo, se poi volesse venire da me troverebbe altre amiche della sua stessa terra. Chissà…
    Ti abbraccio!

  3. Pubblicato 15 marzo 2013 alle 11:25 | Link Permanente

    A proposito, mi sono scordata di dirti che hai ricevuto un premio… passa da me ;)

  4. Pubblicato 15 marzo 2013 alle 12:42 | Link Permanente

    Ciao Katia,
    noi ci conosciamo da facebook e tu per me sei la creativa degli stupendi accessori fluo e delle simpatiche faccine di legno… molto sognanti e allegre, la quintessenza della spensieratezza! Leggere quello che scrivi mi fa pensare a qualcosa che già so: dietro ad ogni persona c’è una storia e quella storia non puoi capirla se non “ti siedi davanti a un tè e ascolti per lunghe ore”. Dici di che è difficile bilanciare le priorità, mi sembra che tu ci riesca benissimo! Continua così.
    Carla.

  5. Pubblicato 15 marzo 2013 alle 18:39 | Link Permanente

    Quando leggo questi post, rimango davvero senza parole! Sei una persona profonda e davvero meravigliosa.
    Un abbraccio Simona

    • Pubblicato 21 marzo 2013 alle 22:53 | Link Permanente

      Siete incredibili. Volevo stare in silenzio perchè è sempre difficile commentare e aggiungere altro quando hai già aperto l’anima.

      L’unica cosa che devo aggiungere è un grazie per essere qui. <3 Mi riempite di gioia!

  6. Pubblicato 18 marzo 2013 alle 18:18 | Link Permanente

    Ciao Katia, sei stata una delle mie prime scoperte in senso di blog e adesso ricordo il perchè. Brava, accosta sempre a continua ad essere grata di tutte le esperienze della vita: sono le cose che danno più soddisfazione! Un abbraccio

  7. Pubblicato 27 maggio 2013 alle 13:16 | Link Permanente

    Katia, le tue parole sono volate dritte al mio cuore e anche a me gli occhi si sono riempiti di lacrime…Forse perchè anch’io mi ritrovo molto in quello che hai scritto…forse perchè la tua è una storia di speranza e di coraggio, di forza trovata dentro te stessa e grazie all’amore, di esperienze che segnano e che ci insegnano a “mettere la freccia” ed accostare, chiudere lo sportello della macchina, proprio come hai raccontato tu e guardarsi intorno, fermarsi a riflettere e apprezzare di più ogni singola cosa!Ecco, se poi il tuo racconto, è servito anche a sentirci meno sole e a scoprire che ognuno ha la sua storia ma che dall’esperienza e dalle reazioni di altre persone si può ancora capire molto e trovare ancora più forza, allora è molto di più che un semplice racconto ma una mano tesa verso gli altri o tante mani che si uniscono e si stringono forte!!!Anch’io sarei pronta ad accogliere la tua matrioska nel suo lungo viaggio, come simbolo di amicizia e coraggio!!! :-)

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*

  • WELCOME!

    Sono Katia. Scenografa di sogni da parete. Personal stylist di feste e momenti speciali. Oggi, anche grazie alla ricerca nata in questo blog, mi occupo di decorazione. Invento e realizzo backdrop personalizzati per eventi, decor per vetrine e per la casa.

    Artoleria Blog è il luogo delle mie ispirazioni: lo stile e il fai da te, per il riuso e l'arte, il disegno, la poesia, la scrittura, la fotografia, il gioco, le meditazioni più sincere.

    Me

    I am Katia, I love beauty and can not help but create and test the new!
    Artoleria is the place of my inspirations: Style and DIY, reuse and art, drawing, poetry, writing, photography, play, sincere meditation.
  • Seguimi *-.-* Follow me

    • facebook
    • twitter
    • pinterest
    • flickr
    • Blog Lovin
  • LINKwithlove
  • Special Sponsors