Archivo delle Categorie: viaggi

Passeggiata romantica… parte II – sentiero 526

Che fortuna!

Stasera avevo una gran voglia di mostrarvi altre foto della montagna ma non avevo tanta voglia di raccontarvi la gita. Non fosse per la passione di alcune di voi, che mi sprona a proseguire questo percorso blog di fine vacanza… Eh già, che volete farci? anche il mio amore per i ricordi della montagna è messo a dura prova in questi giorni. Sto già pensando al futuro mentre riordino le stanze e i materiali, lavorando a nuovi progetti, fotografando e cercando di tratteneri dal parlarvi già di tutte le cose nuove – creativamente – che mi aspetteranno da settembre all’autunno… Basta Basta!

Ricordate? siamo sotto il sasso Lungo, dall’altro lato della circonferenza immaginaria, abbiamo risalito le guglie in funivia, siamo discesi e poi abbiamo attraversato a metà la corona. Ora siamo dall’altra parte! stiamo andando verso l’ultimo rifugio del tragitto: L’Emilio Comici per poi tornare in Val di Fassa attraverso il passo Sella. Siamo praticamente in Val Gardena.  Sentiero 526 (nel post prima era il 525).

Che fortuna dicevo aver trovato questa foto …”segnaletica”! :))

Dice esattamente:

1-  Dove stavamo andando,(Rif. Comici- passo Sella)

3- Dove siamo passati (Monte Pana)

4 – Da dove siamo venuti (rif. Demetz)

5 – Dove ci siamo fermati a pranzare alla fine del post precedente….

Eccolo qui sotto il Vicenza…. e appena passato, una sorpresa! Come sempre …me ne accorgo io! :)

Li vedete? Tre piccoli ermellini che cercano rifugio sotto la roccia al lato del nostro sentiero! Che tenerezza! Gli ermellini sono musetti fantastici!!

Passando da una fantastica panoramica sulla Val Gardena arriviamo ad un boschetto che pareva incantato, verdissimi alberi piccoli e radi, molte radici, tantissimi fiori e licheni, profumi e sopratttutto roccie bianche  come neve! Una passeggiata in piano molto lunga e articolata. Mi ha fatto tornare bambina, mi ha ricordato le cose che mi incantavano della montagna quando ero piccola…

Qui abbiamo fatto una breve deviazione al Monte Pana, monte che fra le cime che lo circondano sembra una dolce collina. In vetta, una croce e lo strepitoso panorama fra due valli, con lo sfondo il Gruppo delle Puez-Odle. Come fermarsi ad un’area di sosta enorme e mangiare un panino. Ma noi niente panino, solo uno sfogo fotografico. Lo trovate sul mio album Flickr con tutte le descrizioni, e altri dettagli di tutta l’escursione…

Ancora qualche incanto nelle ultime faticose frazioni di marcia prima del rifugio Comici.

E infine siamo arrivati! Un po’ tardi per prendere il sole ma non per una tazza di tè e per gustare il ristoro di un rifugio molto contemporaneo. Materassini pouf e sdraio a disposizione, arredi minimal, molto ben organizzato, giochi integrati con l’ambiente, cortesia anche per gli ospiti a quattro zampe. Un posto che non ti aspetti nella rustica montagna. Comunque i rifugi mi piacciono tutti, quache che sia il loro stile. Soprattutto dopo 4-5 ore di cammino! ;)

More on/Altre su Flickr

ps: E menomale che non avevo voglia di postare!!! … ::P

{lang: 'it'}
Pubblicato anche in Natura, Storie della mia storia | 6 Commenti

Passeggiata romantica di …nove ore!!

 

Uno dei momenti più belli è stata l’escursione che abbiamo fatto io e Ste. Davvero raro avere un’intera giornata per una gita a due! Se poi togliamo le giornate di pioggia le occasioni per uscire per molte ore sono state davvero poche.

Così abbiamo deciso di fare il giro del Sasso Lungo, l’insieme di vette di fianco al Passo Sella: sasso Piatto, Sasso Lungo e Cinque Dita. Lo vedrete, è facile capire perchè si chiamano così! Soprattutto il Lungo… ci sono volute 9 ore per girarci attorno dalla metà. Immaginate una corona, è stato come salirci dentro da un fianco, discendere e poi girare intorno ad una sola metà della circonferenza.  Siamo partiti tardi, verso le 11 eravamo in vetta. Vi consiglio di partire con più anticipo per gustarvi le soste e il paesaggio con tranquillità. Se vorrete fare anche la faticaccia di non prendere l’ovovia ci vorranno tre ore in più rispetto a prenderla. E un minimo allenamento!

Siamo saliti con l’ovovia.

Era la prima volta che prendevo l’ovovia. Grande abbastanza per due sole persone. Qui la salita e la discesa sul ghiaione interno dell “corona”

… freddino e suggestivo questo primo pezzo di passeggiata… giudicate voi ;)

Quello che vedete sotto si chiama Cinque Dita. Il monte con le cinque guglie di dimensioni diverse. Realizzi come è fatto solo quado lo hai superato.

E questa sono io tutta imbaccuccata. Ditelo pure, quel k-way è vintage! Speravo proprio di non doverlo mai tirare fuori :))

La discesa è stata divertente, fredda, in alcuni punti stagnava la neve, e infine …suggestiva! Il ghiaione è come un deserto di montagna. Per colori, aridità, movimento. Ma questo era tutt’altro che deserto! Vedete quei deboli trattini lungo il sentiero? Sono persone. Sembra una pista da sci nella settimana di Natale! Abbiamo rischiato più volte di pestarci i piedi !! Tuttavia in montagna non ci si da fastidio come sulle spiagge italiane. Ognuno fa la sua strada al suo ritmo.  Non ci si toglie l’ombra. Tutt’al più si perde più fiato a voler salutare chi si incrocia come è usanza. Ma l’aria non manca. :)

 Se vi sono piaciute le foto ne trovate altre nella mia gallery di Flickr dedicata alle foto. Le abbiamo scattate sia io che mio marito, non saprei più dire chi l’una e chi l’altra.

Siamo arrivati al secondo rifugio e qui ci lasciamo per ora. Un bel panino e un po’ di stanchezza. Abbiamo davanti altre sei ore di viaggio. A presto, col seguito e una sorpresa zoologica, se avrete voglia di continuare l’escursione!

{lang: 'it'}
Pubblicato anche in fotografia, Storie della mia storia | 6 Commenti
  • WELCOME!

    Sono Katia. Scenografa di sogni da parete. Personal stylist di feste e momenti speciali. Oggi, anche grazie alla ricerca nata in questo blog, mi occupo di decorazione. Invento e realizzo backdrop personalizzati per eventi, decor per vetrine e per la casa.

    Artoleria Blog è il luogo delle mie ispirazioni: lo stile e il fai da te, per il riuso e l'arte, il disegno, la poesia, la scrittura, la fotografia, il gioco, le meditazioni più sincere.

    Me

    I am Katia, I love beauty and can not help but create and test the new!
    Artoleria is the place of my inspirations: Style and DIY, reuse and art, drawing, poetry, writing, photography, play, sincere meditation.
  • Seguimi *-.-* Follow me

    • facebook
    • twitter
    • pinterest
    • flickr
    • Blog Lovin
  • LINKwithlove
  • Special Sponsors