Archivo delle Categorie: Eventi e spettacoli

Incontro CasaFacile Blogger alle porte

Avevo in programma un sacco di post questa settimana e invece sono sempre di corsa. Però ci tenevo ad un saluto ufficiale qui sul blog. Domani sono invitata ad un evento specialissimo a Milano: l’incontro blogger Casafacile e la premiazione di 12 nuove Blogger affini alla rivista! Sono emozionatissima perché rivedrò tante amiche e faremo baldoria. Ma anche formazione – fotografia e social media – e chissà cosa confabuleremo per il futuro… Chissà. *-.-*

 

Tulipani e la zebra

Sabato invece condurrò un laboratorio presso Ikea Sesto Fiorentino. Ci apriamo alla primavera che arriva (sembra impossibile vista la tempesta in Toscana ma si!! ) decorando vasi con la vernice lavagna. Ci sono già un sacco di partecipanti ma se volete aggiungervi contattate Ikea nella sezione eventi del sito di Firenze.

Buon fine settimana!

{lang: 'it'}
Pubblicato in Eventi e spettacoli | Scrivi un commento

Artoleria e la fiera creativa di Vicenza

Oggi parliamo di Abilmente, la fiera creativa di grande successo che si tiene in Italia da diversi anni, a Vicenza e adesso anche Roma. Mentre sono assidua in quella autunnale, non ero mai stata all’edizione primaverile di Vicenza, e devo dire che non mi è dispiaciuta affatto l’esperienza diversa: più contenuta, quindi meno caotica e dispersiva. Con questo post ho alcune persone da farvi conoscere e alcune cose da dire sulla fiera.
Sebbene io vada sempre in cerca di qualche materiale da acquistare, la mia attenzione è sempre focalizzata sugli eventi o sugli atelier e per essere più specifici, sugli artisti, in qualunque zona della fiera siano stati o si siano “sistemati”.  Stavolta avevo il mitico cartellino da CF Blogger, insomma un bel biglietto da visita e una scusa in più per fermarmi a chiacchierare con tutti. E’ più forte di me, non sono una vera reporter dell’informazione, non ce la faccio. Sono una reporter giullare, una cantastorie, una che si dimentica di fare foto perché il tempo trascorre in una bolla ascoltando le esperienze altrui, mangiando biscotti sul loro tavolo da lavoro, provando o parlando delle loro opere, dei loro sogni o dei loro problemi, chiacchierando del più e del meno con perfetti sconosciuti. E tutto quello che mi resta la fine è il colore negli occhi, le voci e i volti, la sensazione generale di simpatia o di distacco.

Abilmente

Così rimbalzando qui e li verso i miei interessi, ho incontrato La Quinta Stagione, designer e insegnante di fiori di carta e Officina Creativa, la calligrafa. Mi ha incantato la loro tenda di carta, oltre ai fiori, certo e un grande desiderio di condividere e collaborare, che mi assomiglia.

La quinta stagione

Lo stilista del riuso, giovane e promettente Edoardo Maria Maggiolo, che ha sviluppato il tema Maria Antonietta 3.0 in abiti e scenografie per la sposa con materiali alternativi, ecotutto e fine ambizione.

Edoardo Maria Maggiolo

La creatrice di gioielli delle minuzie, Alessandra Parisi, EyecandyLab, che intreccia cordini e nastri ad origami con deliziose pietre opache e scintillanti – di lei mi hanno colpita i colori, l’attenzione ai particolari, l’autoproduzione totale anche dei supporti, il fatto che mi ha fatto entrare nel suo mondo in un nanosecondo. Peccato che alcune delle sue opere non fossero ben illuminate. Meritano!

Eyecandylab orecchini

Eyecandylab

Ho rincontrato Daniela Cerri, la fantasista del crochet a tutto colore, che ha all’attivo tantissimi progetti editoriali, sia di accessori che di arredamento, dopo averla vista ad Abilmente anni fa e avermi rapito nonostante fosse un pianeta sconosciuto. Mi ha raccontato che presto avrà uno spazio espositivo tutta suo coronando un sogno per poter lavorare a nuovi progetti. Che meraviglia! La invidio proprio :)

Daniela Cerri

Le donne attivissime di Sul Filo dell’Arte, giocose e impegnate, con cui ho tentato di fare un telaio da una ruota e una spilla tutta mia con (o senza) quel poco che ricordavo di lavoro a maglia. Invano. Alla fine ho fatto fare il lavoro alle maestre. Che figuraccia!      Brave! ;)

sul filo dell'arte

Ho incontrato Luisa de Santi la fata guerrigliera verdina, le ho chiesto come prima domanda se conoscesse un’altra Luisa quella del macramè (che scema che sono), e poi mi sono resa conto che è lei l’autrice di tutto quell’uncinetto pazzo che stordisce i fieristi con le sue forme 3D, che lascia il segno nelle piazze e trasuda filato fino al soffitto. Fra qualche mese è previsto il suo nuovo progetto sulla piazza (è letterale) di Trieste e si stanno mobilitando con la lana centinaia di filanti lavoratrici di copertine.

IMG_1705 IMG_1709

Ho messo le mani nelle stoffe tinte a mano e nei segreti di questa arte meravigliosa che è la tintura naturale (Associazione Colore e Tintura naturale Maria Elda Salice). Ho immaginato di far parte di questo viaggio con le mie creazioni. Sto raccogliendo pietre preziose. La prossima volta faccio il corso.

tintura naturale

filo colorato tinte naturali

Mi sono imbattuta in Luisa Bovani, sottile e garbata dama del macramè, decisa e lucida come una freccia. Una signora che porta l’arte tessile dal passato che non si stanca mai di studiare nuove forme, scansiona Pinterest per restare al passo, trasmette la sua passione con generosità, insegnando. Penso che la vedrò ancora :)

 

L’atelier creativo è fatto di questi esseri incantati con cui ho parlato di persona, e di altri che incontrerò in un altro momento, queste donne appassionate che sanno rendere i colori al mondo.

IMG_1686 IMG_1713 IMG_1698

Questa volta alcune cose della fiera mi sono scivolate addosso nonostante abbiano colpito altri. Ma le persone invece non mi deludono mai. E devo dire che nel rimbalzare qui e li come una pallina da flipper in cerca di contatto, ho sempre un certo intuito per gli incontri magici. L’insieme di tutti i miei incontri e della mia esperienza infine mi hanno fatto domandare:

– Perché non ci sono opere da toccare e assaporare anche oltre il recinto degli atelier?

– Perché non ci sono iniziative collaterali aperte a tutti che animino la fiera in modo social ricreativo e la rendano un diffusore di novità ancora più unico? Un palco dei fruitori oltre che dei facitori, un fotografo per chi indossa quel che ha creato, per i progetti in fìere di chi compra, uno spazio o una scenografia per i selfie… avanti le idee!

– Perché non hanno fatto sfilare delle gentili donzelle con alcuni abiti creati durante tutta la fiera? I manichini non mi sono piaciuti, brutti in sé, ingabbiati nel plexiglass. Gli abiti si. Ma ho fatto fatica a credere che quelli fossero vestiti veri finché non li ho visti fotografati addosso a persone vere.

Ora che nessuno se la prenda, sono critica davanti ad ogni cosa e vi spiego perchè. Sono ingenua, non leggo le cose con la testa quando si tratta di creatività. Non mi accontento più di quel che ci si aspetterebbe, ma di quello che vivo. E allora vi apro il mio cuore, sperando che qualcosa dei miei pensieri arrivi nel futuro e, chissà e perché no, anche alle orecchie degli architetti delle cose immateriali (che meraviglioso mestiere!), e mi viene una nuvola di pensieri che fa così:

Quando facciamo le rivoluzioni dobbiamo farle fino in fondo, non solo far venire appetito, ma spingerci a nutrire la testa degli altri senza parsimonia. Come si può dire… fare cultura? …Educare al nuovo e alla creatività con la creatività? Lo dico agli artisti, lo dico a tutti noi. Se una cosa viene toccata, o fotografata, è perché incuriosisce, perché ci si vuole coinvolgere con essa. Se non viene toccata o fotografata, morirà presto con tutta la sua gloria. Proviamo, per un attimo a pensare diversamente. Facciamo delle opere da guardare? Ok. Da ammirare? Mi sta bene. Ma anche, magari accanto a loro, delle opere da toccare. Abbondiamo nelle descrizioni, permettiamo le fotografie, incanaliamole con un hashtag per l’artista. Ma non lasciamole sole. Tutto muore, tranne quello di cui abbiamo fatto un’esperienza. Tutto passa tranne il carattere e la storia dell’autore. La sensazione dell’opera. Allora rendiamo giganteschi i nomi, i caratteri, le sensazioni. Alziamo le luci su quello che vuole essere capito. Creiamo più livelli di coinvolgimento.  Questo non vi farebbe sentire unici? Si miei cari autori. Non vi farebbe sentire liberi di lavorare senza competere? Si miei cari espositori. Non vi divertirebbe all’infinito? Non vi farebbe dire voglio essere li adesso e non domani? Sì, cari visitatori.

La verità è che la creatività vince se arriva all’anima, se fa star bene chi la fa e chi la riceve.  É vero, molto è stato fatto fin ora, ma una vocina dentro di me sussurra: dovremmo provare a muoverci ancora oltre. Ecco questa è la mia opinione spassionata. C’è posto per crescere? Può essere che mi sbagli? Discutiamone.

Grazie Casafacile per questa missione speciale! I fatti e i particolari della fiera su Oltreverso e We Make a Pair, le bravissime blogger ufficiali della fiera <3

{lang: 'it'}
Pubblicato in Eventi e spettacoli | 2 Commenti

Una passeggiata e qualche commento su Homi 2015 #1

La visita ad Homi – fiera dedicata agli stili di vita – è stata una piacevolissima passeggiata da curiosa. Non sono espertissima del design come altre blogger che erano presenti. E non farò finta di esserlo. Penso che essere Blogger CFstyle significhi anche questo: una missione divertente ma attenta. Ho visitato la fiera da appassionata, con tanta voglia di imparare (e di comprare!!), di farmi impressionare e di raccogliere ispirazioni ad ampio raggio. Prima alcune riflessioni ad alta voce:

Il fatto che blogger di esperienze e interessi diversi siano stati convocati per visitare la fiera è stata una bella novità e speriamo che si ripeta. Avere punti di vista diversi, coinvolgere fruitori appassionati, oltre che esperti del settore dal taglio giornalistico, creare un evento social network coordinato, significa voler parlare a tutti, aprirsi ad un mercato differente, ma anche comprendere il presente, ad un modo internazionale e attuale di concepire il marketing, di mostrare il design. Credo che d’ora in poi sarà fondamentale e imprescindibile anche in Italia questa modalità di “incontro” col mercato. Quindi tutto assolutamente positivo? In molti casi. Ahimè, però, ho trovato alcune aziende ancora impreparate: senza account social locali presenti o attivi, diffidenti, distaccate o difficili da coinvolgere on line, oppure con siti non attuali. Quello che ho osservato è stato l’enorme differenza di interesse fra chi ha curato molto lo styling e chi ha semplicemente esposto i prodotti. Ho notato a volte un eccesso di prodotti esposti, uno stile diciamo, “catalogo”. Può essere che funzioni per l’incontro con i commerciali e i rivenditori, ma l’effetto al visitatore è “troppo”, cioè niente. Gli stand che mi sono rimasti nel cuore sono stati quelli in cui l’oggetto e la sua storia erano esaltati nel loro spazio, oppure coordinati con estrema cura nel loro ambiente, passati probabilmente da un lavoro di set styling. E guarda caso le aziende più grandi, e le straniere, sono state le più disinvolte su questi punti!

Riassumendo, il mio focus per esaltare l’esperienza – si intende, da osservatrice e tenendo conto dei molti aspetti già migliori, a detta di esperti :

una nuova comunicazione,

uscire dalla nicchia degli esperti,

esaltare ogni oggetto e la sua storia,

una cura estrema degli ambienti, dei set, dei dettagli

Spero che le mie colleghe mi trovino d’accordo. Sono completamente in sintonia con le osservazioni di Simona Ortolan, riguardo all’incontro con i designer.

Ed ora divertiamoci! Ho apprezzato tantissimo le aziende che hanno esaltato il design colorato, eclettico, e quello nordico, che è il mio preferito. Ho amato le storie di giovani designer Progetti e le illustrazioni linee e colori di Ittala. Ho raccolto il richiamo della carta velina disposta in piccoli fiori nello stand di Satin Wrapping Italy, che realizza carta velina con stampe personalizzate su richiesta e che fortunatamente (e stranamente!) era nell’area Living Habits della fiera e avrà il mio cuore. Mi sono letteralmente innamorata di Bitossi Home;  ho desiderato vivere all’interno delle casette e ambienti arredati di Sambonet Group (Rosenthal- Paderno, Arzberg). Ho spalancato la bocca scoprendo che la cellulosa (la carta!) si presta ad essere lavata come un tessuto (scarpe, borse, contenitori Essential – Tovagliette ed esperienza Bio, Fiorirà un Giardino). Riparleremo sicuramente di alcuni di questi. Le mie foto non sono bellissime ma servono per farvi un’idea. Mentre potrete trovarne di bellissime nei blog delle amiche e del gruppo delle blogger CFstyle con cui ho fatto il blog tour, hanno già fatto dei post magnifici e ne sarete soddisfatti. Tutti rigorosamente da scoprire, visitare e commentare! *-.-*

Simona – Il Pampano, Valentina – Appuntidicasa, Camilla – La Tazzina Blu, Serena Cappello a Bombetta, Alessandra – Parola d’ordine, Anna – Tulimami, Isabella – Isabò

Non è finita! Volevo fare un unico post ma la colazione a colori con Francesca Valan è stata un momento epico per me e una rivelazione – oltre che piacevolissimo! Sono per sempre una sua ammiratrice. Vi racconterò quello che ho imparato. Una sorta di segreto di Fatima sui colori del presente e del futuro nel design italiano e globale. …Vi va? ;) A presto!

1 .Present time, 2.Miho, 3.Bitossi

4. Sambonet Group 

Missoni Home

Ittala

Progetti

Satin Wrap Italy

Fazzini

{lang: 'it'}
Pubblicato anche in Arredamento | 9 Commenti
  • WELCOME!

    Sono Katia. Scenografa di sogni da parete. Personal stylist di feste e momenti speciali. Oggi, anche grazie alla ricerca nata in questo blog, mi occupo di decorazione. Invento e realizzo backdrop personalizzati per eventi, decor per vetrine e per la casa.

    Artoleria Blog è il luogo delle mie ispirazioni: lo stile e il fai da te, per il riuso e l'arte, il disegno, la poesia, la scrittura, la fotografia, il gioco, le meditazioni più sincere.

    Me

    I am Katia, I love beauty and can not help but create and test the new!
    Artoleria is the place of my inspirations: Style and DIY, reuse and art, drawing, poetry, writing, photography, play, sincere meditation.
  • Seguimi *-.-* Follow me

    facebooktwitterpinterestflickrBlog Lovin
  • RSS FEED
  • Special Sponsors

  • now on Instagram!

    Sorry:
  • Recent post